Cantina Antinori nel Chianti Classico: il vino tra arte e futuro

È un’incisione sottile e profonda nella collina. Emozionante come i preziosissimi Tagli di Lucio Fontana. E come nelle opere del grande artista, anche qui, sulle colline che corrono parallele alla superstrada verso Siena, si apre una dimensione nuova. Dentro la terra.  Si trova infatti a Bargino, nel Comune di San Casciano Val di Pesa, mezz’ora d’auto dal cuore rinascimentale di Firenze, il nuovo quartier generale Marchesi Antinori e la nuova Cantina del Chianti Classico. Un’opera di architettura straordinaria che si nasconde tra gli ulivi, i vigneti, i boschi di querce e lecci. Un antro segreto dove il vino e il suo farsi sono il centro di ogni percorso, produttivo e di visita. Un tempio dedicato al vino ma soprattutto un omaggio al paesaggio toscano e alle sue vigne. Inviolato, anzi abbellito dalle maestrie dell’uomo, come succede da secoli nella campagna toscana. Nel cuore del Chianti Classico, terra di origine della famiglia Antinori, approda il futuro di vinattieri con una sola passione da 26 generazioni, fare grandi vini. Questo “nuovo palazzo” nato nella terra, ricoperto di viti, è la sintesi di un saper fare italiano di qualità. Che ha nella famiglia e nella storia la sua forza. “La linea familiare nella conduzione e nel continuo miglioramento delle nostre vigne e delle nostre cantine non è una scelta sentimentale, il ripetersi forzato di una tradizione, ma il modo più idoneo, forse l’unico con il quale si possa fare al meglio, nel tempo, il proprio lavoro” ha scritto poco tempo fa Piero Antinori nel suo libro ‘Il Profumo del Chianti’.  Il Festival Melodia del Vino 2013 si aprirà il prossimo 26 giugno negli spazi scenografici della Cantina Antinori nel Chianti Classico. Visita il sito web, clicca qui

Informazioni pacchetti soggiorno 

Tenuta Rocca di Frassinello: tra musica classica e vini locali

In un paesaggio quasi incontaminato, ricco di storia, cultura e tradizioni, si trova Rocca di Frassinello. Il progetto nasce grazie alla collaborazione tra due leader del settore vinicolo; per la prima volta l’azienda locale Castellare di Castellina amplia i suoi orizzonti in ambito internazionale, stringendo un’intesa con la francese Domaines Baron de Rothschild-Lafite. La cantina di Rocca di Frassinello è stata ideata da uno degli architetti più eccelsi di fama mondiale, ovvero Renzo Piano. La sua firma ha contribuito ad affermare il successo del progetto: qui eleganza e armonia si fondono insieme senza rinunciare alla funzionalità dello stabilimento. La barriccaia è un ottimo esempio di incontro tra incanto e praticità: i raggi del sole entrano dall’alto all’interno dello spazio che assume l’importanza di un vero e proprio teatro. La struttura è inoltre conosciuta per aver adottato una filosofia ecosostenibile per la realizzazione dei vini. Lo spazio scenico della cantina, la natura circostante e l’attenzione all’ambiente fanno di Rocca di Frassinello un luogo ideale per ospitare una coinvolgente esecuzione musicale del Festival “Melodia del Vino”.  Visita il sito web della Tenuta Rocca di Frassinello.

Informazioni pacchetti soggiorno 

Tenuta Rocca di Montemassi: la campagna maremmana ospita il Festival

Una delle location più emozionanti che ospiterà il Festival è la Rocca di Montemassi, nel cuore della Maremma. La proprietà si trova a Roccastrada in provincia di Grosseto, immersa nella cornice tipica della campagna toscana: da un lato le colline metallifere ricoperte da oliveti regalano profumi intensi, dall’altro lato la costa mediterranea trasmette colori e aromi unici. La zona ha ottenuto la denominazione DOC Monteregio e risulta quindi particolarmente vocata per la produzione di vini di alta qualità. L’unicità della Rocca è dovuta alla tradizione e alla storia del vino; inoltre la struttura ospita anche il Museo della Civiltà Rurale. Il museo è nato da un’idea di Gianni e Silvana Zonin per valorizzare le terre della Maremma, trasmettere le testimonianze delle antiche e genuine tradizioni e coinvolgere le giovani generazioni nella salvaguardia dei valori. La tenuta Rocca di Montemassi è quindi un palcoscenico adatto per ospitare il Festival. Visita il sito web della Tenuta Rocca di Montemassi.

Informazioni pacchetti soggiorno 

La bontà del vino e l’eleganza della musica a Castello Banfi

Le terre di Siena, uno dei territori più suggestivi al mondo, ospitano il Festival Melodia del Vino: è infatti l’affascinante cornice del Castello Banfi la location del concerto – evento dove l’armonia della musica avrà modo di unirsi alla tradizione della cultura vitivinicola. Adagiata tra i fiumi Orcia e Ombrone, la tenuta Banfi si estende nel versante meridionale di Montalcino con circa tremila ettari di proprietà, di cui ben ottocentocinquanta dedicati a vigneti altamente specializzati, a testimoniare un patrimonio ed una esperienza produttiva unica nel suo genere. Il rispetto per la vocazione del territorio e la volontà di esaltarne le caratteristiche hanno sempre ispirato la produzione Banfi con vini di grande personalità, sempre e comunque contraddistinti da un’anima fortemente legata alla terra. Un binomio molto sentito dall’azienda è quello dell’unione tra territorio, vino e cultura che si sviluppa attraverso numerosi eventi: in questo contesto culturale si inserisce anche il Museo del Vino e del Vetro che occupa alcune delle sale del Castello. Qui si può ammirare la più grande collezione privata di vetri del periodo della Roma Imperiale, oltre a rarissimi oggetti di epoche diverse, fino ai giorni nostri. Visita ilsito web di Castello Banfi.

Informazioni pacchetti soggiorno 

Petra: connubio perfetto tra tradizione e modernità 

Nell’incantevole zona di Suvereto, in provincia di Livorno, sorge Petra, la quale farà da sfondo agli eventi del Festival “Melodia del Vino” in estate. La tenuta si estende su trecento ettari di vigneti, boschi e uliveti; la storia e la tradizione agricola si fondono con l’innovazione e l’impegno verso il miglioramento. Le peculiarità del territorio rendono l’area viticola eccezionale ed esclusiva. Il progetto nasce dalla passione di Vittorio Moretti e di sua figlia Francesca che hanno deciso di chiamare la tenuta “PETRA” proprio per testimoniare la solidità della cultura e dei valori del luogo. La struttura è stata realizzata da Mario Botta e vuole essere espressione dei principi dell’azienda: lavoro e accoglienza. La maestosità della tenuta si sposa perfettamente con le colline circostanti maremmane, con il mare, con le case coloniche sparse e gli oliveti.  Visita il sito web della Cantina Petra.

Informazioni pacchetti soggiorno

Napoleone e musica: tappa all’Isola d’Elba in occasione del bicentenario

 

Villa San Martino fu la residenza estiva di Napoleone, che acquistò l’edificio e lo fece restaurare e decorare dal pittore Reveli. Accanto ad esso il principe Anatolio Demidoff, ammiratore di Napoleone, fece costruire la struttura in stile neoclassico. Infatti questa conserva stampe con soggetto napoleonico ed è sede di mostre temporanee.

 

The Chianti Classico Antinori Cellar: Wine between art and the future.

It’s a thin and deep incision in the hill. As enthralling as the precious Tagli (‘slashes’) by Lucio Fontana. And just like the works of that great artist, here too, on the hills that run parallel to the highway to Siena, a new dimension opens. Inside the earth. It’s found in Bargino, in the Municipality of San Casciano Val di Pesa, half an hour’s drive from the Renaissance heart of Florence, the new headquarters of Marchesi Antinori and the new Chianti Classico Cellar. An extraordinary feat of architecture that hides among the olive groves and vineyards, the forests of oaks and holm oaks. A secret lair where wine and its making are central to every path, production and visit. A temple dedicated to wine, but, above all, an homage to the Tuscan landscape and its vineyards. Unmarred, but rather embellished by the mastery of men, just as it has been in the Tuscan countryside for centuries. In the heart of the Chianti Classico, the homeland of the Antinori family, lives the future of winemakers driven by the single passion of 26 generations – to make great wine. This “new palazzo” born in the earth, covered by vines, is the synthesis of quality Italian know-how. A strength possessed by the family and by its history. “Maintaining the family line in the production and continued improvement of our vineyards and our cellars is not a sentimental choice, a forced recurrence of tradition, but the most appropriate way, perhaps the only way, in which you can, over time, do your best work.” wrote Piero Antinori recently in his book “Il Profumo del Chianti”. The 2013 Melody of Wine Festival opens on June 27 in the spectacularly scenic spaces of the Chianti Antinori Cellars. To visit the website, click here.

Information packages where to stay

PETRA: a perfect union of the traditional and the modern. On 29th June Tenuta turns “theatre” with the Melodia del Vino Festival

In the spellbinding region of Suvereto, in the province of Livorno, PETRA rises from the land, this summer providing the backdrop for events of the “MelodiadelVino” Festival. The wine estate spans across three hundred hectares of vineyards, woodland and olive groves and here we see an example of agricultural traditions fusing with innovation and the strive towards improvement. The specific conditions of the land make this an exceptional and exclusive wine territory. The project was born from the passion of Vittorio Moretti and his daughter Francesca, who decided on the name “PETRA” as a testament to the durability of the culture and values of the land. It was built by Mario Botta and seeks to express the principles of the company; a working community and a welcoming environment. The grandeur of the estate fits perfectly with the surrounding Maremma hills, the sea, the scattering of farmhouses and the olive groves. The serenity of the natural countryside will blend with the harmonious melodies of the concerts on 29th June. Visit the website of the Cantina Petra

Information packages where to stay

Divine wine and elegant music at Castello Banfi. The Festival comes to Montalcino on 2nd July

The famous golden, rural landscapes to the south of Siena known as the “terre di Siena” offer some of the world’s most beautiful scenery, which on 2nd July 2012 will host the “MelodiadelVino” Festival, with a cello recital from Russian Maestro Alexandre Knaizev. The location for the event will be the stunning Castello Banfi, where we will see the harmony of music touching the traditions of viticulture. Sitting between the rivers of Orcia and Ombrone the Banfi estate extends over the southern slopes of Montalcino with around 3,000 hectares of land, over 850 of which are dedicated to highly specialized vines, testament to a unique heritage and history of wine production. Respect for the use of the land and the desire to enhance its properties have always inspired Banfi to create wines of great character, noted for their strong affinity with the soil. The winery is also very tuned in to the concept of the union between the land, wine and culture, which it develops by arranging a number of events. Inside the castle some of the rooms also house the Museo del Vino e del Vetro (Museum of Wine and Glass) where the largest private collection of glassworks from Imperial Rome is on display, alongside other rare pieces from different historical periods up to present times. Visit the website of Castello Banfi.

Information packages where to stay 

The fourth evening of the Festival at the Tenuta Rocca di Montemassi. The countryside of Maremma hosts concerts on 4th July

One of the most breathtaking locations hosting the Festival this year is the Rocca di Montemassi in the heart of Maremma. The property is situated in Roccastrada in the province of Grosseto, immersed in the characteristic Tuscan countryside; to one side the olive covered hillside exudes intense perfume and to the other lies the Mediterranean coast, radiating colour and its unique aroma. This area has received the classification DOC Montereggio and is hence known specifically for the production of high quality wines. The unique character of the Rocca is born from an inherent tradition and history of wine; the same building also houses the Museum of Rural Culture. The idea of the museum came from Gianni and Silvana Zonin as a means to increase appreciation of the area of Maremma, to share the antique traditions of the land with the younger generation, to preserve and maintain their value. The Tenuta Rocca di Montemassi is therefore a natural stage to host the event of the Festival scheduled for 4th July. Visit the website of the Tenuta Rocca di Montemassi.

Information packages where to stay 

Tenuta Rocca di Frassinello: classical music and local wine. Closing performance of the Melodia del Vino Festival on 6th July

Rocca di Frassinello sits amidst an idyllic landscape, rich with history, culture and tradition. The project was initiated by a collaboration between two leading names in the wine industry, when the Castellare di Castellina wine estate widened its horizons for the first time towards the international scene, entering a joint venture with French producer Domaines Baron de Rothschild-Lafite. The Rocca di Frassinello winery was conceptualized by Renzo Piano, one of the world’s top architects. His mark ensured the success of the project where elegance and harmony feature strongly without detracting from the functional aspects of the winery. The barique cellar is a perfect example of the combination of spirit and practicality where the sun’s rays illuminate the interior space from above, creating the sense of a real theatre. The structure is also noted for having adopted an Eco-friendly philosophy with regard to the wine production itself. The atmosphere of the cellar, the surrounding nature and the respect for the environment make Rocca di Frassinello an ideal place to host a enchanting musical evening of the “MelodiadelVino” Festival. This emotional setting will indeed be the scene for the performance of pianist Giovanni Bellucci. Visit the website of Tenuta Rocca di Frassinello

Information packages where to stay

 

 

Villa San Martino, Elba Island

 

 

Leave a Reply