Sergej Krylov

Affermatosi come uno dei maggiori talenti della sua generazione, Sergej Krylov è ospite regolare delle principali sale da concerto europee e ha collaborato con orchestre come la Staatskapelle di Dresda, Filarmonica di San Pietroburgo, Royal Philharmonic e Filarmonica della Scala.
Tra le personalità artistiche che hanno maggiormente influenzato la sua formazione, ricordiamo Mstislav Rostropovich per il rapporto di amicizia e stima professionale creatosi negli anni. Krylov lavora abitualmente con alcuni dei più noti direttori d’orchestra, quali Mikhail Pletnev, Andrey Boreyko, Dmitri Kitajenko e Omer M. Wellber.
Krylov dedica molto spazio anche alla musica da camera, collaborando con partner quali Denis Matsuev, Yuri Bashmet, Bruno Canino, Itamar Golan, Lilya Zilberstein, Aleksandar Madzar, Stefania Mormone, Maxim Rysanov, Nobuko Imai, il Belcea Quartet ed Elina Garanča.
Nel 2009 è stato nominato Direttore Musicale della Lithuanian Chamber Orchestra con la quale ha una intensa attività nel doppio ruolo di direttore e solista con un repertorio che spazia dal barocco alla musica contemporanea.
La sua discografia include registrazioni per EMI e Melodya.

Marc Laforet

 Il pianista francese Marc Laforet arriva giovanissimo a calcare le scene musicali dei teatri. Ad otto anni la sua prima esibizione al Théâtre des Champs-Élysées. Tra i riconoscimenti ricevuti dal maestro figurano il primo Premio al Conservatorio Nazionale della Musica di Parigi, il Gold Medal of the Czitfrra Foundation e il « New York Young Artist Award » nel 1985. Marc Laforet ha ottenuto anche la medaglia d’argento dell’International Frederic CHOPIN Award di Varsavia nel 1985. Il pianista ha suonato con i più grandi direttori d’orchestra nelle sale più famose al mondo. Laforet è anche l’anima e l’ideatore, del Festival “Les Grands Crus Musicaux”, iniziativa che unisce l’eccellenza del vino a quella della musica. Si esibirà il 2 luglio al Festival “MelodiadelVino” insieme a violoncellista Henry Demarquette, a Montalcino, nella cornice di Castello Poggio alle Mura. Guarda i video Youtube dell’artista.

Alessandro Quarta



Alessandro Quarta ha studiato con Salvatore Accardo, Abraham Stern, Zinaida Gilels e Pavel Vernikov, ereditando la più grande tradizione violinistica classica. Premio S.I.A.E. 1994 come Miglior Talento Italiano dell’Anno, è stato Seconda spalla dell’orchestra Symphonica Toscanini, direttore stabile Lorin Maazel. One More Time è il titolo del suo primo album, che fonde diversi stili musicali blues, jazz, bossa nova, funky. Si esibisce in concerti e rassegne internazionali. I progetti che lo vedono impegnato attualmente sono la stesura della partitura di un musical, che sarà distribuito su scala internazionale, un progetto tra Soul Funky Jazz insieme ai Solisti dei Berliner Philharmoniker e la programmazione di un Tour lungo la West Coast con la Booking Agent di Los Angeles. Il suo violino è un “Giovan Battista Guadagnini” del 1761.


Orchestra da Camera “I Musici di Parma”

L’Orchestra da Camera “I Musici di Parma” si è costituita nella primavera del 2002 dall’unione di musicisti che collaborano con le più importanti istituzioni orchestrali italiane ed estere.
Nata con l’intento di percorrere un ambito musicale volto sia alla riscoperta di spartiti inediti che alla divulgazione di opere di importanti musicisti, “I Musici di Parma” affrontano, con formazioni sia cameristiche che sinfoniche, un ampio repertorio che va dal barocco al classicismo, fino alle più belle pagine della musica del Novecento.
Ha accompagnato in concerti e recitals cantanti e musicisti di fama internazionale fra i quali Federico Mondelci, Mario Marzi, Stefano Pagliani, Francesco Manara, Francesco De Angelis, Crtomir Siskovic, Christoph Hartmann, Davide Burani, Andrea Lucchi, Emanuele Arciuli, il soprano Katia Pellegrino, Katia Ricciarelli, Chiara Taigi, Carmelo Caruso, Federico Canonici.

 

François – Joël Thiollier

François-Joel Thiollier è uno dei più completi pianisti e musicisti d’oggi. Franco-americano di nascita, ha  assimilato il meglio di diverse culture; nato a Parigi, ha dato il suo primo concerto a New York all’età di 5 anni.

Ha proseguito gli studi musicali in Francia sotto la guida di Robert Casadesus. Successivamente si è perfezionato negli Stati Uniti con Sascha Gorodnitzi alla Juilliard School of Music, laureandosi con il massimo dei voti in tutte le materie sia accademiche che musicali all’età di 18 anni.

Thiollier ha vinto 8 “Grands Prix”, risultato senza precedenti, in concorsi internazionali, fra cui  “Reine Elisabeth” del Belgio ed  “Tchaikowski” di Mosca.

Il suo vastissimo repertorio, la sua eccezionale cultura musicale e la sua padronanza della tastiera sono la chiave del suo successo internazionale. Thiollier suona oggi in più di 40 Paesi  con le più prestigiose orchestre (Filarmonica di Leningrado e Mosca, Concertgebouw di Amsterdam, Residentie Orkest dell’Aja, Orchestra della Rai di Torino, Santa Cecilia, Orchestre de Paris, Orchestre National de France, London Symphony Orchestra) e nelle sale più importanti (Théatre des Champs Elysées, Berliner Philharmonie e Konzerthaus, Bunka Kaikan e Suntory Hall Tokyo, Palais des Beaux Arts di Bruxelles, Auditorium di Madrid, La Scala, la Fenice, La Sydney Opera House Concert Hall

Wenjiao Wang

Formatosi al Conservatorio Nazionale di Musica e Danza di Parigi, la pianista cinese Wang Wenjiao si esibisce regolarmente come solista a Parigi e all’estero .
Nel 2008, è apparsa per un recital a Thann in memoria di Franz Liszt Che. Nello stesso anno ha vinto il Prix de l ‘ Académie Maurice Ravel .
Recentemente, il pubblico ha avuto l’occasione di ascoltarla in Argentina durante un tour di concerti per la presentazione del suo primo album pubblicato nel 2011 al PAI Records, Duo Azar, con contaminazioni di musica spagnola e tango.

Nemanja Radylovic

All’età di solo 24 anni, Nemanja Radulovic si era già distinto per il suo talento a molti concerti e performances in teatro. Nato in Serbia nel 1985, Nemanja Radulovic inizia i suoi studi in ambito musicale quando ha solo sette anni. Nel 1996 vince il prestigioso Prize of October della città di Belgrado e, successivamente, vince il Premio Speciale del Ministero dell’Educazione della Repubblica “Talent of the year 1997″. Nel corso degli anni vince altri importanti premi di importanza internazionale, tra cui lo Special Jury Prize del 1997 a Wieniawski. Nemanja si esibito con prestigiose orchestre in tutto il mondo, come l’Orchestre Philharmonique de Radio France e Tokyo Symphony Orchestra. Ha partecipato inoltre a diversi Festival europei. Nel 2005 viene premiato con il riconoscimento di Rivelazione dell’Anno della Musica Classica a Cannes ed è stato nominato Rising Star l’anno successivo. Il suo ultimo album è uscito nel 2009 e ha ricevuto molti riconoscimenti internazionali, inclusi quelli di Classica, Res Musica e Strad.  Visita il sito web di Nemanja Radulovic. Guarda i video Youtube dell’artista.

 

Susan Manoff

Nata a New York, Susan Manoff studia pianoforte alla Manhattan School of Music e alla University of Oregon. Gli studi intensivi con Gwendoline Koldowsky le hanno consentito di diventare uno dei pianisti più popolari della sua generazione . In parallelo con la sua attività nel campo della musica vocale si dedica ad altre directory pianoforte. Appassionato di musica da camera , Susan Manoff suona regolarmente in molti importanti festival come Covent Garden , Verbier , Braunschweig , Lugano , Montpellier. Inoltre appare in tutte le maggiori sale da concerto : gli Champs Elysées, il Chatelet , Opera Bastille , Salle Gaveau , il Musée d’ Orsay , il Louvre Auditorium. Susan Manoff ha ricoperto il ruolo di vice capo del coro all’Opéra di Parigi ed è attualmente professore al Conservatorio di Parigi .

Leave a Reply